Sangue infetto: indennizzo per epatite

Con recente sentenza n.9148 del 17 aprile 2013 la Cassazione ha riconosciuto il diritto all’indennizzo a chi ha contratto il virus dell’epatite facendo la dialisi, a causa di una insufficiente pulizia della macchina dalle sostanze ematiche lasciate da un altro paziente. Sangue infetto: indennizzo per epatite. 

Sangue infetto: indennizzo per epatite. Con la sentenza in oggetto gli ermellini estendono dunque anche a tale ipotesi quanto previsto dalla legge n.210 del 1992 in caso di trasfusioni di sangue infetto, vaccinazioni obbligatorie e somministrazione di derivati.

La legge succitata quindi è stata, con la sentenza in questione, estesa a quei casi in cui il contagio sia derivato non da una trasfusione eterologa ma dal reinserimento nel corpo di persone sottoposte a dialisi del suo stesso sangue, infettato a causa del contatto con sangue eterologo nel cosiddetto rene artificiale.

Sangue infetto: indennizzo per epatitedi Redazione

Condividi l'articolo!
Su Avv. Nadia Delle Side

Nadia Delle Side: Avvocato specializzato su invalidità, indennità di accompagnamento, cecità, sordità, indennità di frequenza scolastica, handicap, prestazioni Inps e Inail, danneggiamento da trasfusioni di sangue e vaccinazioni, amministrazione di sostegno, tutela antidiscriminatoria.

Link

Sito Studio LegaleGoogle+FacebookTwitter.

Lascia il tuo commento

*