Indennità per vaccinazioni e trasfusioni

Indennità per vaccinazioni e trasfusioni

Indennità per vaccinazioni e trasfusioni. La legge prevede una forma indennitaria per coloro che si ammalano a seguito di vaccinazioni obbligatorie o a seguito di trasfusioni di sangue o di emoderivati , prodotti forniti e di cui è responsabile il SSN.

Sono previste prestazioni assistenziali indennitarie a favore :

a) di coloro che a causa di vaccinazioni obbligatorie o trasfusioni di sangue o emoderivati hanno contratto una menomazione permanente dell’integrità psico-fisica;

b) di coloro che, svolgendo attività medica o paramedica, risultino contagiati dall’AIDS per ragioni di servizio;

c) del coniuge, del figlio contagiato in gestazione o di altre persone , se la causa della patologia sia il contagio dalle persone di cui ai primi due punti.

In caso di morte dell’avente diritto al ristoro, hanno diritto all’indennizzo i familiari a carico nel seguente ordine:

– coniuge;

– figli minori;

– figli maggiorenni inabili al lavoro;

– fratelli minori;

– fratelli maggiorenni inabili al lavoro.

In caso di decesso del minore hanno diritto i genitori o coloro che esercitavano la patria potestà sul minore.

Le vaccinazioni obbligatorie

Rientrano nelle vaccinazioni obbligatorie quelle:

1. la cui obbligatorietà è prevista dalla legge o da un’ordinanza di un’autorità sanitaria locale;

2. assunte per motivi di lavoro e per il personale sanitario a rischio;

3. per poter accedere ad uno Stato estero.

Coloro che hanno contratto patologie a seguito di vaccinazioni obbligatorie o trasfusioni possono inoltrare la domanda di invalidità civile. In sede di valutazione verrà considerata anche la patologia causata da trasfusione o vaccinazione. Il personale sanitario che ha contratto l’HIV nello svolgimento della prestazione lavorativa, potrà inoltrare domanda di invalidità per servizio.

L’indennizzo è previsto dallo Stato a favore dei soggetti suindicati per i danni davaccinazioni obbligatorie in quanto il cittadino ha dovuto subire quel trattamento sanitario , non essendo una sua scelta volontaria.

Invece, i danni derivanti da trasfusioni sono assimilati alla disciplina dei danni derivanti da vaccinazioni obbligatorie in quanto il sangue e gli emoderivati sono prodotti sottoposti ad uno stretto controllo pubblico. Per cui la circostanza che certe partite siano infette costituisce una responsabilità diretta dei pubblici poteri sanitari.

consulenza legale on line

About The Author

E. Nadia Delle Side: Avvocato specializzato su invalidità, indennità di accompagnamento, cecità, sordità, indennità di frequenza scolastica, handicap, prestazioni Inps e Inail, danneggiamento da trasfusioni di sangue e vaccinazioni, amministrazione di sostegno, tutela antidiscriminatoria.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *