Sostegno ad hoc per gli alunni in situazione di handicap

Sostegno ad hoc per gli alunni in situazione di handicap

Sostegno ad hoc per gli alunni in situazione di handicap. Per l’iscrizione a scuola, i genitori di alunni in situazione di handicap devono effettuare la stessa entro e non oltre il 20 febbraio e questo per garantire al personale scolastico di attuare gli interventi necessari  al fine di accoglierli in maniera adeguata.

Gli alunni disabili, anche in situazione di handicap grave, hanno il diritto di frequentare le classi comuni delle scuole di ogni ordine e grado. Anche le scuole paritarie hanno l’obbligo di accoglierli, in caso contrario la legge prevede la perdita da parte di esse della parità ottenuta.

Se l’iscrizione dell’alunno in situazione di handicap riguarda la scuola dell’infanzia e l’iscrizione sia anticipata, la normativa prevede la precedenza delle domande di coloro che compiono i tre anni entro la data del 31 dicembre 2012, sempre che le domande superino i posti a disposizione. Inoltre, sempre in caso di iscrizione anticipata, occorre considerare che essa dipende in ogni caso dalla disponibilità di locali adatti, nonché da una valutazione dei tempi e delle modalità di accoglienza.

I genitori di alunni in situazione di handicap aventi la DSA, ossia dislessia, disgrafia, discalculia, devono presentare oltre la domanda di iscrizione anche la certificazione della diagnosi attuata dal Servizio sanitario nazionale, da specialisti e strutture a ciò accreditate.

Purtroppo, non tutte le regioni hanno  dato applicazione alle disposizioni per il rilascio delle relative diagnosi. Nonostante questo, ogni regione ha il dovere, in caso di alunni con DSA, di attuare tutte le misure necessarie per garantire la formazione e la didattica personalizzata.

consulenza legale on line

About The Author

E. Nadia Delle Side: Avvocato specializzato su invalidità, indennità di accompagnamento, cecità, sordità, indennità di frequenza scolastica, handicap, prestazioni Inps e Inail, danneggiamento da trasfusioni di sangue e vaccinazioni, amministrazione di sostegno, tutela antidiscriminatoria.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *