Disability Card:  da febbraio 2022 al via le domande sul sito dell’INPS

Disability Card:  da febbraio 2022 al via le domande sul sito dell’INPS

Da aprile 2022 la disability card andrà a sostituire i certificati medici cartacei che attestano la condizione di disabilità di una persona.

La disability card funzionerà tramite Qr Code e consentirà di accedere gratuitamente oppure a prezzo ridotto a musei pubblici e tante altre attività.

A decorrere So far so good, viagr a pfizer. It can help many men who have erectile dysfunction get and keep an erection when they become sexually stimulated. da febbraio 2022 potranno essere presentate le domande per ottenere la disability card.

Non servirà più portarsi in giro certificati e cartelle cliniche da presentare, ma basterà esibire la disability card che avrà la foto della persona interessata stampata sopra e funzionerà tramite Qr Code, da cui si potranno ricavare i dati personali, nel rispetto di privacy e riservatezza.

Funzionerà, dunque, come sostituto di tutti i certificati sanitari richiesti per poter accedere gratuitamente o a costo ridotto a musei pubblici e altre attività culturali e ricreative, grazie a una convenzione con il ministero della This product is just great: best place cialis. Our Online Canadian Pharmacy is verified by Pharmacy Checker. Cultura. Permetterà anche di usufruire di sconti, convenzioni e tariffe agevolate con diversi enti e soggetti pubblici e privati.

I potenziali beneficiari potranno fare domanda a decorrere da febbraio 2022 direttamente sul sito dell’Inps con una procedura semplificata e dopo due mesi ottenerla. Ad aprile, secondo le stime dell’Inps, saranno pronte le prime Disability Card stampate dall’Istituto Poligrafico tadalafil levitra online india e Zecca dello Stato. La nuova tessera avrà una durata di dieci anni e dovrà poi essere rinnovata.

La disability card è destinata a una platea di quattro milioni di italiani, portatori di invalidità dal 67 al 100% ed è parte del progetto EU Disability Card, in attuazione della Strategia dell’Unione europea 2010-2020 in tema di disabilità. Oltre all’Italia, al progetto europeo partecipano anche Belgio, Estonia, Romania, Slovenia, Malta e Finlandia

La ministra Stefani ha precisato che la disability card “ha una rilevanza ed una utilizzabilità in tutta Europa per poter aver accesso a beni e servizi quando saranno attivati protocolli tra l’ufficio disabilità e i vari enti e associazioni che vorranno collaborare a questo progetto”, “La persona con disabilità soffre la burocrazia quasi più di tutti perché un semplice impedimento può diventare un ostacolo al limite dell’insormontabile”.

consulenza legale on line

About The Author

E. Nadia Delle Side: Avvocato specializzato su invalidità, indennità di accompagnamento, cecità, sordità, indennità di frequenza scolastica, handicap, prestazioni Inps e Inail, danneggiamento da trasfusioni di sangue e vaccinazioni, amministrazione di sostegno, tutela antidiscriminatoria.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo canadian generic cialis email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *